I.I.S. 'Bartolomeo Scappi'
Castel San Pietro Terme

I.I.S. Bartolomeo Scappi
Viale Terme, 1054 - Castel San Pietro Terme - 40024 - Bologna
- Cod. Fisc. 90014770375 – Cod. Ministeriale BOIS02200Q - Tel: 051.948181 - Fax: 051.948080
Mail: istpssa@iperbole.bologna.it - bois02200q@istruzione.it - PEC: bois02200q@pec.istruzione.it

"Coach della salute, un personal trainer per il contrasto alle errate abitudini alimentari come lotta al doping nelle giovani e nei giovani"

Venerdì 16 novembre 2018, presso l’Aula verde del nostro Istituto, si è tenuto il primo di una serie di incontri che si inseriscono all’interno del progetto regionale, proposto dal CRAD-ER (Centro Antidoping Emilia Romagna), intitolato "Coach della salute, un personal trainer per il contrasto alle errate abitudini alimentari come lotta al doping nelle giovani e nei giovani".

L’attività ha come obiettivo principale quello di promuovere sani stili di vita nello sport, soprattutto a sostegno della sana alimentazione. La sempre crescente tendenza dello sportivo al ricorso all'integratore alimentare sulla falsa idea che l'atleta, in quanto tale, abbia bisogno di un apporto nutrizionale "maggiorato", ha prodotto condotte di uso scorretto e abuso di supplementi alla dieta caratterizzate talvolta da conseguenze negative sia sulla prestazione sportiva stessa sia addirittura sulla salute.

Sostenere i concetti di "gusto", "alimento naturale", "salute" nella dieta dello sportivo deve costituire la base per una sana pratica sportiva. A tale proposito, il progetto, con il supporto di alcuni Istituti Alberghieri e dei SIAN della Regione Emilia Romagna, intende proporre, illustrare e argomentare, nella loro valenza nutrizionale, menù e ricette dedicate ai vari momenti della vita dello sportivo.

L’evento, organizzato dai professori Marani, Gnugnoli, Diambri, Grieco e Bettelli, si è svolto in un clima conviviale ma dall’assetto rigoroso, grazie alla presenza degli studenti e di sportivi di altissimo livello, che hanno accettato senza esitazioni l’invito della scuola.

Triatleti, ultrarunner e iron man delle squadre di Ravenna e di Bologna e campioni del nuoto del calibro di Martina Grimaldi - campionessa olimpionica - e Davide de Ceglie - tre volte campione del mondo nel nuoto pinnato di fondo - utilizzeranno, per la loro dieta, nei mesi di febbraio e marzo, anche il ricettario elaborato dagli studenti delle classi 4^A e 4^B.

Ospiti d’eccezione sono stati il dott. Enrico di Oto - un dottorato di ricerca in Oncologia e Patologia Sperimentale sulla clonalità dei carcinomi mammari conseguito presso l’University Hospital di Zurigo - che ha saputo utilizzare un linguaggio accessibile a tutti e ha catturato l’attenzione di tutta la platea, suscitando grande interesse sul tema “Sport e Nutrizione: dal DNA al piatto” e l’ingegnere-atleta-food blogger Federico Procopio – tornato da poco dal Campionato del Mondo di Triathlon delle Hawaii - che ha raccontato aneddoti divertenti sulla storia dello sport e di come, stanco dei solito riso in bianco e petto di pollo alla piastra, sia nata la sua passione per la cucina, che, unita a quella per il triathlon, ha dato i natali al suo blog (https://www.unironmanaifornelli.com), un luogo ricchissimo di spunti e punto di riferimento culinario per moltissimi atleti. “Non basta solo allenarsi per sostenere una gara dove devi nuotare per 3,8 km, pedalare per 180 km e correre per 42 km (questa è la regina delle distanze, L'IRONMAN appunto) ma serve tanta disciplina, forte motivazione e grande determinazione. Tutte cose che si possono fare solo se cambi il tuo modo di vivere, abbracciando un nuovo "Life style", tra cui anche il modo di mangiare e di alimentarti”, ha detto agli studenti Procopio.

I docenti hanno voluto in questo modo gettare le fondamenta affinché gli studenti giungano all’elaborazione di ricette da proporre agli sportivi, che tengano conto sia del criterio nutrizionale, sia dell’esigenza di praticità, velocità di preparazione, gusto, trasportabilità, digeribilità e leggerezza, stagionalità, territorialità ed eventuali allergie o intolleranze.

È già stato calendarizzato il prossimo incontro per sabato 2 febbraio. Per quella data sarà pronto il ricettario, dal quale saranno scelti e preparati alcuni piatti che gli sportivi assaggeranno.

I nostri alunni saranno molto impegnati in questi mesi e dovranno misurarsi con compiti sfidanti in contesti reali, come quello di narrare una ricetta - commentandola anche dal punto di vista nutrizionale - di fronte agli atleti, pubblico molto competente per ciò che concerne lo stile di vita alimentare.

In questa occasione verrà consegnata, a ciascun ospite, una dispensa contenente tante ricette di piatti e bevande formulate e pensate per chi pratica sport di endurance. In tutto ciò docenti e ragazzi saranno supportati e coadiuvati dai medici della Medicina Sportiva della Regione Emilia Romagna. Anche il dott. Gustavo Savino, promotore del progetto, ha dato la sua totale disponibilità a collaborare.

In programma per fine marzo un incontro di restituzione grazie al quale gli alunni potranno avere un feed-back da parte degli atleti. Tutto ciò permetterà loro di acquisire specifiche competenze tecnico pratiche, organizzative e gestionali, tra cui la cura dei rapporti con il cliente, anche in relazione a specifiche esigenze dietologiche della clientela, valorizzando le risorse enogastronomiche secondo gli aspetti del Made in Italy.

 

Prof.ssa Sara Marani

Docente di Scienze degli Alimenti

IIS “Bartolomeo Scappi”, Castel San Pietro Terme


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.